La nostra MISSION: sostenere, partecipare, crescere.

Le persone fragili hanno il diritto,come ogni persona,di sognare e costruire il proprio progetto di vita, un progetto sostenibile, su  misura di ognuno e di qualità; Archè si impegna per creare nuove opportunità e nuovi percorsi, per valorizzare le potenzialità di ciascuno.

Crediamo il miglioramento continuo dei servizi offerti avvenga non solo attraverso la professionalità dell'intervento e la cura delle relazioni, ma anche attraverso la costruzione di reti e rapporti significativi con le comunità e i territori che abitiamo.


La nostra VISION: Un sistema a rete, dove ognuno è diverso, dove ognuno è prezioso

Archè vuole contribuire alla promozione di una comunità solidale, cooperante e responsabile, nella quale la diversità è un valore e non una limitazione. 

Benessere e diversità possono e devono entrare in contatto e dialogare, alla ricerca comune di soluzioni innovative che rispondano alle esigenze della collettività.

 

SOLIDARIETA' GENERATIVA:

Vogliamo concretizzare l'etica della solidarietà nelle nostre azioni, nei comportamenti dei singoli e dell'organizzazione, attraverso una costante lettura e presa in carico del bisogno dell'altro come responsabilità condivisa e collettiva. Partecipiamo alle istanze della comunità in cui siamo inseriti, condividendone le necessità e stimolando idee e progetti innovativi in un'ottica di reciprocità.

Nel 1986 nasce ad Inzago la Cooperativa Arcobaleno, attualmente Archè, su iniziativa di alcuni genitori, supportati dall’A.N.F.F.A.S., che decidono di favorire l’inserimento nella vita attiva dei loro figli con disabilità. Nei primi anni la Cooperativa si sostiene e si sviluppa grazie all’opera dei volontari che, insieme ai ragazzi, svolgono lavori di assemblaggio su commessa di aziende del territorio.

Nel 1991 viene promulgata la Legge 381 per la disciplina della cooperazione sociale. Arcobaleno trova nella definizione di legge la sua naturale collocazione come cooperativa di tipo A per la gestione di servizi socio-sanitari ed educativi ed acquisisce di diritto la qualifica di Onlus. Il riconoscimento dell’utilità pubblica dei servizi prestati dalle cooperative sociali consente ad Arcobaleno di operare in regime di convenzione con gli Enti Locali.

Negli Anni 2000/2001 entra in vigore la L. 328, legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali e la Cooperativa Arcobaleno assume in proprio la conduzione dell’allora Centro Socio Educativo (oggi Centro Diurno per Disabili) accreditandosi come Ente Gestore presso la Regione Lombardia.
La cooperativa si trasferisce nell’attuale sede ristrutturando completamente i locali.

Oggi Archè vuole essere un'impresa sociale del territorio, promotrice di cultura della diversità, ma anche motore di sviluppo di un modello di welfare territoriale solidale e condiviso. 

La nostra cooperativa opera assumendosi la responsabilità di costruire progetti sul territorio, attraverso i nostri servizi alle persone fragili, ma sente forte anche la responsabilità di progettare e sviluppare nuove idee, che possano aiutare la comunità ad essere generativa, nell'ottica in cui ciascuno è portatore non solo di bisogni ma anche di potenzialità da esprimere.